Porta candela in AMETISTA


26.90EUR

135 punti premio


  • Descrizione
  • Dettagli
  • Recensioni
  • Info Produttore
CODICE PRODOTTO: PCAM

DESCRIZIONE

Porta candele di ametista naturale.I porta candela in pietra sono tutti di forma irregolare ed hanno misure che possono variare.Il foro al centro misura diametro di circa 4cm con profondità indicativa 4cm.

Alcuni cenni sulla pietra

L'ametista è un quarzo (diossido di silicio), sistema con prismi esagonali.

Tra le varietà del quarzo, l'ametista merita un'attenzione storico-mitologica.

Ametista era infatti una ninfa del corteo di Diana, dea particolarmente sensibile al tema della castità. Di tale ninfa, in un momento di estasi etilica, si invaghì Bacco che iniziò così ad inseguirla per possederla.

La ninfa chiese aiuto alla sua signora la quale per proteggere, non tanto la vita, quanto la castità della ninfetta, la trasformò in gelido cristallo di quarzo.

Rinsavito dalla sbornia, Bacco si commosse della fine della ninfetta e così le dette il colore del vino e la proprietà di preservare dei ed umani dagli eccessi delle ubriacature. Tra i ricchi (soprattutto nella Roma imperiale) comparve quindi il vezzo di immergere un anello di ametista nel bicchiere di vino prima di bere. Dato che all'epoca tale gemma era rara e preziosa, e questa usanza era in voga solo tra i potenti, l'anello di ametista, venne visto pian piano come un simbolo di potere. L'usanza che i potenti di Roma avessero un anello di ametista si radicò così tanto tra il popolino che tale simbolo venne utilizzato più tardi dalla chiesa cattolica romana per esprimere autorità. Ancor oggi tale anello fa parte del corredo vescovile.

Sempre dal punto di vista storico, va anche ricordato che sette delle dodici gemme del «Razionale» (un pettorale sacro portato dagli antichi sacerdoti ebraici) ognuna delle quali rappresentava una qualità del Dio, erano varietà di quarzo: la sardonica, il citrino, il diaspro, la corniola, l'ametista e l'onice.

- Aspetto: il colore tipico è un viola intenso e vivace insieme, con colorazione spesso disposta a bande o chiazze; può essere anche piuttosto tenue, ma in genere conserva lo stesso tono, senza sfumature estranee.

- Storia: Secondo antiche tradizioni anche l’ametista aveva delle proprietà terapeutiche: greci e romani bevevano infatti il vino da coppe che venivano ricavate, appunto, da questo cristallo in quanto si riteneva fosse in grado di contenere l’ubriachezza, portando sobrietà a livello generale o, comunque, una rapida ripresa.

- Provenienza: le ametiste più pregiate provengono dal Brasile e dal confinante Uruguay in grande quantità, dagli Stati Uniti, dal Madagascar, dalla Russia, ma anche dall’India, dall’Australia, dal Sudafrica e da vari altri paesi.

- Proprietà di trasformazione:l'ametista aiuta a chiarire la mente, purificando e rigenerando i livelli di coscienza, in grado dirigere verso più alti e raffinati potenziali, è la pietra rappresentativa del raggio viola della trasformazione. Permette di vedere attraverso le illusioni, aumentando Le capacità psichiche e favorendo persino facoltà medianiche. Eccellenti per la meditazione, ha un notevole effetto calmante con forti qualità protettive.
L'ametista è la pietra spirituale per eccellenza.

- Proprietà terapeutiche: l'ametista in particolare rafforza il sistema endocrino e immunitario favorendo la purificazione del sangue; incrementa inoltre il funzionamento dell’emisfero destro del cervello (femminile) e delle ghiandole pituitaria e pineale.

Utile per la prevenzione e la cura dell’emicrania, elimina le tensioni mentali, accrescendo gli stati di percezione.

- Posizione: chakra VI e VII.

- Portacandela in ametista - Pietra naturale - Minerale -
  • EAN - MPN: PCAM-PortacandelaAmetista
  • Peso spedizione: 0.5kg.
  • 0 disponibilità in magazzino

Commenta per primo.  Scrivi una recensione.



Effettua la registrazione a PayPal e inizia ad accettare pagamenti tramite carta di credito immediatamente.