Candela - Campanella - in Cera D'Api - 50x50 mm


5.00EUR

25 punti premio

Da inserire:


  • Descrizione
  • Dettagli
  • Recensioni
CODICE PRODOTTO: CAND-CERA-API-CAMPANELLA

DESCRIZIONE

Le Candele in pura Cera d’Api 100% sono la naturale alternativa alla paraffina. Producono una luce calda e accogliente con riflessi ambrati o dorati nell’ambiente circostante, e generano un leggero aroma dolce, creando un’atmosfera sottilmente profumata.

Misura cero a campanella 50x50 mm - Durata circa 6 ore.

CONSIGLIATE

Come alternativa alle normali candele in stearina e paraffina che emettono fumi nocivi. Come oggetto decorativo.

APPROFONDIMENTI

La cera d'api è un prodotto dell'Apicoltura.
La cera è secreta dalle api di una ben determinata età in forma di sottili scaglie. Le scaglie sono prodotte dalle api operaie, di età compresa tra i 12 e i 17 giorni, mediante otto ghiandole situate nella parte ventrale dell'addome, per la precisione sui lati interni degli sterniti (le protezioni ventrali presenti in ogni segmento del corpo). La cera è prodotta nei segmenti addominali dal 4 al 7. La dimensione di queste ghiandole dipende dalll'età dell'operaia.

Le api mellifere usano la cera d'api per costruire le celle del loro favo, dove vengono cresciute le larve e depositati miele e polline. Affinché le ghiandole possano secernere la cera, la temperatura dell'alveare deve essere compresa tra 33 °C e 36 °C e le api devono consumare una quantità di miele di circa otto volte superiore in peso. Si stima che le api volino per 530.000 km per raccogliere 1 kg di miele. Quando gli apicoltori vanno ad estrarre il miele, disopercolano ogni cella, cioè ne recidono la copertura. Essa può avere un colore variabile dal giallognolo al brunastro, a seconda della purezza e del tipo di fiore raccolto dalle api. La cera dei favi di covata tende ad essere più scura di quella proveniente dai favi di miele, dal momento che le impurezze vi si accumulano più velocemente. A causa di tali impurezze, la cera deve essere trattata prima di qualsiasi utilizzo: lo scarto che ne deriva si chiama feccia della cera.

La cera può essere ulteriormente purificata mediante riscaldamento in acqua e utilizzata per costruire candele, lubrificare cassetti e finestre, o lucidare il legno. Come le cere derivate dal petrolio, può essere ammorbidita diluendola con olio vegetale per renderla più malleabile a temperatura ambiente, per cui può essere usata nella creazione di modelli per sculture e gioielli da utilizzare nel processo di fusione a cera persa.

Impieghi della cera d'api

La cera d'api è usata in commercio per creare eleganti candele, cosmetici e prodotti farmaceutici (tra cui la cera ossea), per lucidare materiali (soprattutto scarpe), come componente delle cere modellanti e in vari altri prodotti. Viene comunemente usata durante l'assemblaggio dei tavoli da biliardo per riempire i fori delle viti e le scanalature tra le ardesie. Le candele di cera d'api sono le preferite di molte chiese ortodosse orientali perché bruciano in modo pulito, con gocciolamento pressoché assente lungo le superfici verticali e un fumo poco visibile. La cera d'api è anche il materiale (o per lo meno una significativa parte del materiale) prescritto per la creazione delle candele pasquali ed è raccomandato per altre candele usate nella liturgia della Chiesa Romana Cattolica.

La cera d'api viene inoltre utilizzata come rivestimento dei formaggi, per proteggerli durante la stagionatura. Mentre alcuni formaggiai l'hanno sostituita con la plastica, molti la usano ancora per evitare che il formaggio raccolga sapori sgradevoli dalla plastica. Come additivo alimentare la cera d'api è conosciuta come E901 (agente lucidante).

Le caratteristiche di combustione delle candele di cera d'api differiscono da quelle della paraffina. Una candela di cera d'api ha un colore più "caldo", più giallo di quello della paraffina, e il colore della fiamma può variare a seconda della stagione in cui la cera è stata raccolta.

La cera d'api é impiegata, sciolta in essenza di trementina, nella lucidatura dei mobili.

La cera d'api è inoltre un ingrediente della cera per baffi, così come della cera per dreadlock, e venne usata nella fabbricazione dei cilindri usati nei primi fonografi.

Parzialmente saponificata, diventa la cosiddetta cera punica, usata nella pittura a encausto.



(Tratto da Wikipedia)

- Candela in cera d'api - Cero a Campanella - Naturale - Senza stearina o paraffina -
  • EAN - MPN: CAND-CERA-API-CAMPANELLA
  • Peso spedizione: 0.15kg.
  • 11 disponibilità in magazzino

Commenta per primo.  Scrivi una recensione.



Erbario - Guida ai prodotti naturali

Aloe Vera

Argan

Arnica

Artiglio del diavolo

Avena

Betulla

Biancospino

Borragine

Boswelia

Calendula

Canfora

Centella

Echinacea

Eucalipto

Fieno Greco

Germe di grano

Ginepro

Ginseng

Ippocastano

Luppolo

Mallo di noce

Malva

Mandorla

Muschio

Olio di Abete

Olio di Jojoba

Olio di Neem

Propoli

Ribes Nero

Rosa Mosqueta

Semi di pompelmo

Tea Tree
- Melaleuca Alternifolia -

Tè verde

Tepezcohuite

Timo

Zenzero



Acque distillate

Allume di potassio

Amido di riso

Argilla

Burro di karitè

Noci Lavatutto
Sapindus Mukorossi

Oli essenziali fitoterapici
Essenze Aromaterapia

Olio 31 Erbe

Sali del Mar Morto

Sapone di Aleppo
Effettua la registrazione a PayPal e inizia ad accettare pagamenti tramite carta di credito immediatamente.