gen

30

Funzioni cosmetiche delle vitamine

VITAMINA E

- Nome chimico: α-tocoferolo.
In genere si impiega sottoforma di un derivato più stabile, il tocoferolo acetato.

- Presente in: germe di grano, cereali, oli vegetali, ortaggi a foglia verde, ecc…

Funzionalità cosmetiche
antiossidante: la vitamina E rappresenta un importantissimo fattore protettivo nei confronti dei fenomeni ossidativi a carico delle sostanze “grasse”, in particolare i
fosfolipidi che compongono le membrane cellulari.

Cosa significa ossidazione, quando si verifica e cosa provoca?
Le reazioni di ossidazione si verificano quotidianamente nell’organismo a causa di molteplici fattori legati al normale metabolismo.
Alcune situazioni sono tuttavia in grado di aumentare e accelerare tali processi: l’inquinamento, l’esposizione ai raggi UV, particolari condizioni fisiologiche come gravidanza, certe malattie, stress, ecc…
I fenomeni ossidativi portano alla formazione di sostanze chimiche altamente dannose per la vita delle cellule e dell’organismo nel suo complesso. Sono altresì correlate all’invecchiamento precoce.

Pertanto la vitamina E (e quindi tutte le sostanze antiossidanti) esplicano un’azione antirughe aiutando a prevenire la comparsa dei segni relativi all’invecchiamento precoce.
La vitamina E ricopre un ruolo fondamentale nel promuovere i processi rigenerativi dei tessuti danneggiati dai raggi solari.

Idratante: la presenza di vitamina E sulla pelle crea un film protettivo che limita la perdita di acqua.
E’ una vitamina particolarmente adatta nei cosmetici antirughe, anche per le pelli giovani, proprio per l’azione preventiva dei processi ossidativi, nei cosmetici doposole per ridurre i danni e favorire la riparazione del tessuto e nei prodotti per la pelle delicata e sensibile come quella del bambino.

VITAMINA A

- Nome chimico: Retinolo.
Esistono diversi derivati della vitamina A, il principale è rappresentato dal retinolo puro o acido retinoico, sostanza utilizzata solo sotto controllo medico, pertanto non è di competenza cosmetica.
Per uso cosmetico si impiegano il retinolo palmitato e la retinaldeide, con minori effetti collaterali rispetto all’acido puro. Essi rilasciano lentamente retinolo puro sulla pelle che svolge le azioni documentate clinicamente.

- Presente in: fegato e olio di pesce, tuorlo d’uovo, latte e derivati, frutta e ortaggi a
polpa gialla, ortaggi verdi.
La vitamina A è indispensabile per la protezione ed il mantenimento dell’integrità strutturale e funzionale della pelle e delle mucose. Quando tale vitamina scarseggia nella dieta, la pelle diventa secca, si indurisce ed aumenta di spessore; pare sia anche più suscettibile all’attacco di virus e batteri.

Funzionalità cosmetiche
Si può definire come regolatore della crescita dei tessuti. Migliora la luminosità cutanea, contribuisce a ridurre le rughe, in particolare sulla pelle danneggiata dai raggi UV.

VITAMINA B5

- Nome chimico: Acido Pantotenico.
La forma attiva e stabile utilizzata in cosmetica è quella del d-Pantenolo che rappresenta la provitamina B5.

- Presente in: lievito di birra, tuorlo d’uovo, farina di soia, crusca di riso e frumento, cavolo, ecc…

Funzionalità cosmetiche
- Idratante: è capace di trattenere molecole di acqua integrando il fattore idratante naturale, mantiene la pelle idratata, morbida ed elastica. Ottima risulta la sinergia dell’effetto idratante del pantenolo e della vitamina E associati.

- Lenitivo: ha un effetto calmante-lenitivo sulla pelle irritata ed è l’ideale nei prodotti cosmetici doposole, dopobarba e nelle creme per le mani.

- Rigenerante: il pantenolo favorisce la riparazione dei tessuti. La carenza nella dieta si manifesta con degenerazione della pelle e perdita dei capelli. Con applicazioni di pantenolo la pelle diventa più compatta e resistente.

VITAMINA C

- Nome chimico: Acido Ascorbico.

- Presente in: ortaggi e frutta freschi.

Funzionalità cosmetiche
- Antiossidante: contrasta i processi di ossidazione e quindi la formazione delle sostanze altamente dannose. Ottimale risulta la sinergia con la vitamina E, poiché la vitamina C è antiossidante sulla parte acquosa delle cellule, mentre la vitamina E su quella lipidica. La loro associazione potenzia l’effetto reciproco.

- Antirughe: la vitamina C è indicata come antirughe, non solo per l’effetto antiossidante, ma perché è indispensabile per la formazione del collagene nel derma.
L’applicazione cutanea per un periodo continuativo si traduce in un aumento di consistenza della pelle.
L’impiego di frutta e verdura freschi nei prodotti faidate, come è noto fin dai tempi antichi, consente di utilizzare al massimo i benefici e l’energia attiva della vitamina C naturale per il benessere della cute.
Infatti l’acido ascorbico (chimico) è delicato ed instabile in soluzione acquosa e si degrada velocemente (anche per effetto della luce e del contatto con l’aria). Per questo motivo l’impiego nei cosmetici tradizionali di acido ascorbico risulta piuttosto complicato e spesso viene sostituito, nella formulazione, con derivati “più stabili” (ma meno efficaci).

VITAMINA F

Gli acidi grassi essenziali, quali acido linoleico (omega 6), acido linolenico (omega 3) e acido arachidonico, che rappresentano i costituenti della membrana cellulare sono denominati vitamina F. La loro carenza destabilizza il trasporto ionico attraverso la membrana cellulare.

La vitamina F è nota in cosmetica come “vitamina della pelle” per le sue eccezionali proprietà eudermiche. Favorisce, infatti, l’integrità della pelle e dei capelli. Una sua carenza causa sintomi di dermatosi, quali acne, eczemi, screpolature, pelle secca e ruvida, ed inoltre unghie fragili, forfora, capelli fragili ed opachi.
La vitamina F, mantenendo fluida la membrana cellulare, nutre la pelle rendendola morbida ed elastica e stimola una rapida rigenerazione cellulare.

(Tratto da: “Cosmetici naturali faidate” di Giulia Penazzi, Ed. Tecniche Nuove, Milano)

Posted in Approfondimenti su corpo e salute, Bellezza e cosmesi | Tagged , , , , | Commenti disabilitati

Comments are closed.